Intrigo a Saqqara

Francesco Tiradritti |  | Saqqara

Secondo quanto riferito dal sito di Al-Ahram Weekly, settimanale in lingua inglese del maggiore quotidiano egiziano, 157 reperti archeologici sarebbero stati trafugati dai magazzini di Saqqara.

Quello che si profila come uno scandalo di grossa portata è stato innescato lo scorso 13 febbraio da una lettera inviata dall’avvocato Samir Sabri al procuratore generale dell’Egitto Abd El-Aziz Osman. Nella lettera si richiede un’interdizione all’espatrio per l’attuale Ministro delle Antichità Mamdouh El-Damaty e per il direttore del sito di Saqqara fino a quando l’indagine non abbia fatto piena luce sull’episodio. Samir Sabri fonda le sue accuse su quella che ritiene essere una fonte affidabile in seno al Ministero delle Antichità.

Tra i 157 pezzi rubati vi sarebbe una tavoletta «dei sette oli» in alabastro proveniente dagli scavi, effettuati negli anni Novanta dal Consiglio Superiore delle Antichità egiziano nel
...
(l'articolo integrale è disponibile nell'edizione su carta)

© Riproduzione riservata
Altri articoli di Francesco Tiradritti