Il Ministero sbaglia le percentuali

Musei statali: l’aumento dei visitatori è del 2,676%, non del 4%

Antonio Aimi |  | Roma

Siamo grandi e vaccinati e quindi sappiamo che ogni tanto i politici raccontano bugie (a volte piccole, a volte più grandi e gravi), si prendono meriti che non sono loro e si esprimono con un linguaggio contorto, specialmente se provengono dal partito delle «convergenze parallele». Nessuno, pertanto, ha intenzione di mettere in croce Dario Franceschini per la trionfalistica dichiarazione, sbagliata nel merito, a commento dei risultati delle presenze nei musei italiani del 2016.

Quello, però, che non è tollerabile è che l’«highlight» di un comunicato ufficiale del Ministero dei Beni e delle Attività culturali e del Turismo sia una percentuale sbagliata, che non è stata notata dai media, i quali hanno esaltato acriticamente dati che non dicono nulla di nuovo. Va bene che la neoministra della Pubblica Istruzione Valeria Fedeli non è laureata e che i meccanismi di ascesa ai vertici dei Ministeri
...
(l'articolo integrale è disponibile nell'edizione su carta)

© Riproduzione riservata
Altri articoli di Antonio Aimi