Il Mausoleo dei Plauzi in restauro

Prima tomba poi fortilizio e torrione, il suo cantiere è finanziato dal Mibact

Il Mausoleo dei Plauzi visto dall'alto
Arianna Antoniutti |

Tivoli (Rm). Uno dei monumenti antichi che maggiormente caratterizza il paesaggio della campagna romana, è sicuramente il Mausoleo di Cecilia Metella sulla Via Appia. Meno noto è un monumento analogo e coevo, il Mauseoleo dei Plauzi a Tivoli, che si staglia, con la sua massiccia struttura cilindrica, lungo la via Tiburtina.

Da marzo scorso il sepolcro è in restauro grazie a un progetto, finanziato dal Mibact con 2,3 milioni di euro, elaborato dalla Soprintendenza Archeologia, Belle arti e Paesaggio per l’area metropolitana di Roma, la provincia di Viterbo e l’Etruria meridionale. Come la tomba di Cecilia Metella, il mausoleo risale all’epoca augustea (I a.C.-I sec. d.C.) e ha conosciuto anch’esso ampie trasformazioni in età medievale.

Appartenuto ai Plautii Silvani, gens senatoria vicina all’imperatore Augusto, è costituito da una mole cilindrica in blocchi di travertino, nel XII secolo
...
(l'articolo integrale è disponibile nell'edizione su carta)

© Riproduzione riservata
Altri articoli di Arianna Antoniutti