Il fascino della ferocia

Franco Fanelli |  | Monaco di Baviera

Neumeister sfonda con gli espressionisti Buchheim

Fotografo su un sommergibile tedesco durante la seconda guerra mondiale, poi artista, scrittore di best seller e mercante d’arte, Lothar Günther Buchheim (1918-2007) fu anche un vorace collezionista di arte espressionista. Alla morte di sua moglie Diethild, lo scorso anno, i trustee della Fondazione Buchheim, che a Bernried in Baviera riunisce quattro musei, hanno deciso di mettere all’asta una selezione della cospicua collezione di incisioni e litografie, forti del fatto che la raccolta includeva molte opere in più esemplari.

Ciò non toglie nulla all’eccezionale qualità dei fogli battuti da Neumeister lo scorso 28 novembre a Monaco di Baviera: non a caso una prova di stampa dell’«Autoritratto in bombetta» di Max Beckmann (1921), una puntasecca in terzo stato ricca di barbe, abbia più che raddoppiatro la stima, ottenendo 82.550 euro. Non ha deluso le
...
(l'articolo integrale è disponibile nell'edizione su carta)

© Riproduzione riservata
Altri articoli di Franco Fanelli