Iberi redivivi grazie ai videogiochi 3D

Città e case dell'insediamento di Ullastret in 3D

Roberta Bosco |  | Barcellona

I 16 ettari, dei quali poco più del 5% scavato, dell’insediamento iberico di Ullastret nell’Alto Ampurdán (Costa Brava) tornano alla vita nella ricostruzione virtuale, recentemente inaugurata nel Museo Arqueológico adiacente agli scavi.

Il progetto, che da corpo agli studi e alle scoperte compiuti negli ultimi vent’anni, ha richiesto 102mila euro e due anni di lavoro di un’équipe multidisciplinare formata da archeologi, storici dell’arte, paleobotanici, informatici e specialisti di modellazione tridimensionale ed effetti speciali.

Il risultato è un video immersivo di sei minuti, che si proietta in un magic box, una sala in cui gli spettatori (6 al massimo) sono circondati da 13 mq di schermi, che danno la sensazione di percorrere le strade del villaggio e gli interni delle case nel 250 a.C., il periodo di cui si hanno più informazioni. «Negli ultimi anni abbiamo compiuto scoperte
...
(l'articolo integrale è disponibile nell'edizione su carta)

© Riproduzione riservata
Altri articoli di Roberta Bosco