I tre finalisti del Premio Firouz Galdo

Firouz Galdo nella galleria Gagosian
Guglielmo Gigliotti |  | Roma

Il Premio Firouz Galdo 2014 giunge alle sue battute finali con l’individuazione dei tre finalisti. Istituito dal MaXXI Architettura e dall’Associazione M-E-N-O, il premio è intestato all’architetto che, poco prima del decesso, avvenuto nel 2012, scrisse il libro Attese (edito da Sossella), incentrato sul tema della soglia, intesa come luogo di transizione metaforica tra dimensioni e condizioni. Ha scritto Galdo: «Ogni volta che varchiamo una soglia si modifica qualcosa dentro di noi». E proprio la soglia è il tema del Premio rivolto ad operatori della cultura under 35, attivi in architettura, arte, danza, design, fotografia e video, poesia e scenografia.

La giuria, composta da Michele De Lucchi, Margherita Guccione, Lea Mattarella, Luca Molinari, Paolo Repetti e Barbara Salvucci, ha selezionato al momento i progetti di una triade, da cui uscirà il vincitore finale. I tre sono Saverio Cantoni e Lucio Cesare
...
(l'articolo integrale è disponibile nell'edizione su carta)

© Riproduzione riservata
Altri articoli di Guglielmo Gigliotti