Il Giornale dell\ ilgiornaledellarte.comwww.allemandi.com

Libri

Guardare (meglio) Guardi

Uno studio approfondito che cerca di restituire al pittore un coerente profilo artistico

«Il Palazzo Ducale visto di fianco» di Giacomo Guardi

Sul pittore veneziano Giacomo Guardi (1764-1835) vi è una vastissima bibliografia e, ancor più, sono i quadri che gli vengono attribuiti, molto spesso a torto. Per non parlare dei falsi: una intera lussureggiante filiera del mercato antiquariale europeo prosperante già dall’Ottocento. Per la prima volta nel volume di Federica Spadotto Giacomo Guardi è diventato oggetto di uno studio approfondito nel quale l’autrice ha cercato di restituire al pittore un coerente profilo artistico e di porre ordine nel baillamme di vedutine veneziane, in gondola o meno, che gli sono state attribuite.

Il risultato è in un importante e corposo volume finanziato dalla meritoria Fondazione Gabriele e Anna Braglia, costituita nel giugno del 2014 a Lugano, con finalità di carattere culturale ed educativo per l’arte. Il libro è affiancato dalla traduzione in inglese, e scorrerlo ci aiuta a comprendere perché questo artista sia stato un così grande oggetto di desiderio: le vedute veneziane di Guardi, quelle autentiche, e i suoi disegni sono infatti di struggente bellezza.

Vissuto nel crepuscolo della fine della Serenissima, Guardi valica indenne la tempesta napoleonica e il passaggio all’Austria di Venezia per morire nel 1835. Pochi i dati sulla sua vita. Figlio del grande pittore Francesco, Giacomo divenne titolare della bottega paterna con i fratelli, anch’essi pittori Antonio e Nicolò. Giacomo però già nel 1761 si separa da loro e avvia un’attività autonoma.

Il volume, nelle schede del catalogo, pubblica fondamentali dipinti inediti e analizza oltre 700 lavori grafici del Guardi, distinguendo oli su tela, disegni e gouache (nella foto, «Il Palazzo Ducale visto di fianco»). Alcuni di essi vengono assegnati a Giacomo dopo una lunga storia attributiva legata al padre Francesco. Nuova luce dunque per una figura fondamentale nel passaggio fra Settecento e Ottocento a Venezia. q Arabella Cifani

Giacomo Guardi. Dipinti, disegni e gouaches / Paintings, Drawings and Gouaches
di Federica Spadotto, traduzione in inglese di Dino Battaglia,
352 pp., ill. col., Edizioni dei Soncino, Soncino (Cr) 2019, € 140,00

Arabella Cifani, da Il Giornale dell'Arte numero 403, dicembre 2019



GDA409 Luglio-Agosto 2020

GDA409 Vernissage Luglio-Agosto 2020

GDA409 Il Giornale di Economia Luglio-Agosto 2020

GDA409 Il Giornale delle Mostre Luglio-Agosto 2020

GDA409 Vedere in Emilia Romagna Luglio-Agosto 2020

GDA409 Vedere nelle Marche Luglio-Agosto 2020

Società Editrice Umberto Allemandi s.r.l.
Piazza Emanuele Filiberto, 13/15 10122 Torino
Tel 011.819.9111 - P.IVA 04272580012