Galleristi in 40 ore

Franco Fanelli |

Certo che fa piuttosto effetto, dopo avere intervistato Franz Paludetto, un vecchio pirata (lo scriviamo nel senso affettuoso del termine) che da mezzo secolo naviga tra le tempeste e le sabbie mobili del mercato dell’arte scoprendo o valorizzando in tempi non sospetti artisti come Ontani o Cattelan, o sostenendo tenacemente talenti geniali ma incontrollabili come Mondino o Boetti, tornare in redazione e trovare fra le mail una che annuncia che, per imparare il mestiere di gallerista, basta investire 900 euro per un corso intensivo di 40 ore.
Lo organizza il Centro per l’arte contemporanea Luigi Pecci di Prato, che ha già all’attivo un corso accelerato per diventare collezionisti d’arte contemporanea.

L’iniziativa, beninteso, ha i suoi pregi e, supponiamo, una sua utilità, considerato che tra i «professori» figurano Matthew Slotover, fondatore di Frieze, il gallerista Massimo Minini, il collezionista
...
(l'articolo integrale è disponibile nell'edizione su carta)

© Riproduzione riservata
Altri articoli di Franco Fanelli