Film nero al Blu di Prussia

La galleria napoletana ospita un'antologica, con inediti, di Roberto Paci Dalò

Roberto Paci Dalò, «Ye-Shanghai», still, 2012
Olga Scotto di Vettimo |

Napoli. Fino al 18 maggio in mostra Al Blu di Prussia la personale «Filmnero» di Roberto Paci Dalò (Rimini 1962), curata da Maria Savarese.

L’antologica presenta una selezione di film realizzati dall’artista negli ultimi 16 anni di attività, tra cui «Fronti» (la cui performance fu presentata in prima mondiale all’Auditorium Rai di Napoli in occasione del conferimento a Paci Dalò del Premio Napoli 2015) e «1915 The Armenian Files», film inedito, realizzato nell’anno del centenario del Genocidio armeno. Inoltre, attraverso una moviola è possibile accedere all’intera opera dell’artista, quindi visionare anche i lavori a colori e d’animazione. In mostra anche alcuni disegni delle storyboard, creati dopo la realizzazione dei film. Le tavole, come i film, giocano, dunque, sull’ambiguità atemporale, che in questi ultimi viene enfatizzata dall’utilizzo del bianco e nero e dalla
...
(l'articolo integrale è disponibile nell'edizione su carta)

© Riproduzione riservata Roberto Paci Dalò, «Petróleo-México», still, 2005 Roberto Paci Dalò, Elegia italiana, still, 2006 Roberto Paci Dalò, Film nero, fotogrammi Roberto Paci Dalò, Film nero, fotogrammi Roberto Paci Dalò, «Fronti», still, 2015 Roberto Paci Dalò, «Ye-Shanghai», still, 2012 Roberto Paci Dalò, Elegia italiana, still, 2006 Roberto Paci Dalò, Film nero, fotogrammi Roberto Paci Dalò, «Petróleo-México», still, 2005 Roberto Paci Dalò, «Fronti», still, 2015
Altri articoli di Olga Scotto di Vettimo