Curatissima

Il progetto Mutina for Art è il dopo Artissima di Sarah Cosulich

Franco Fanelli |  | Fiorano (Mo)

Il dopo Artissima, per Sarah Cosulich Canarutto (1974) che l’ha diretta per cinque edizioni a partire dal 2012, si chiama Mutina for Art, un progetto legato all’arte contemporanea lanciato dall’omonima azienda che produce superfici ceramiche, fondata e diretta da Massimo Orsini, imprenditore cinquantenne e collezionista. La Cosulich è curatrice del progetto, che inizia con l’inaugurazione di uno spazio espositivo in seno all’azienda, MUT (in tedesco «coraggio»), e una mostra in corso sino al 23 febbraio basata sulla collezione di Orsini. Abbiamo intervistato la curatrice, in questo periodo impegnata anche come consulente per lo sviluppo di Manifesta 12, che nel 2018 si svolgerà a Palermo.

Quando è avvenuto il primo contatto con Mutina?
Ho conosciuto Mutina in occasione di Artissima. Da subito l’azienda mi ha colpito per l’approccio sofisticato, sensibile e appassionato. Raro, insomma,
...
(l'articolo integrale è disponibile nell'edizione su carta)

© Riproduzione riservata
Altri articoli di Franco Fanelli