Il Giornale dell\ ilgiornaledellarte.comwww.allemandi.com

Mostre

Botta e Novello alla Gnam

I due artisti trovano il baricentro nella poesia di Emily Dickinson e nella levità di materiali evanescenti

Gregorio Botta, «Senza titolo», 2013

Roma. Dal 3 febbraio al 13 aprile, le mostre di Gregorio Botta ed Elisabetta Novello alla Galleria Nazionale d’arte moderna e contemporanea trovano il baricentro nella poesia di Emily Dickinson e nella levità di materiali evanescenti.

«Each second is the last» è il verso della poetessa americana che fa da titolo ispiratore alla mostra della Novello, che allestisce opere, ambienti, scritte e percorsi, manipolando cenere, polvere, carbone, oppure disponendo foglie, piume, piccole carte: tracce e testimonianze che alludono allo scorrimento ininterrotto del tempo e alla circolarità della vita.

«Just measuring uncosciousness» è invece il titolo del percorso di «misurazione dell’inconscio» e del mistero connesso articolato da Gregorio Botta. Vetro, acqua in flebili rivoli, rifrazioni luminose a parete, in sculture mobili e diafane installazioni, compongono stazioni di una progressiva rarefazione delle presenze, anche quando queste hanno la natura della cera o dell’alabastro o della carta, nell’allestimento murale «Abbi cura di te».

Fino al 22 marzo è visitabile anche la mostra «Evergreen. Storia di Attilio», con 80 tra disegni, studi, libri e modellini del principale illustratore italiano per bambini, Attilio Cassinelli, oggi 96enne.

Guglielmo Gigliotti, da Il Giornale dell'Arte numero 405, febbraio 2020


Ricerca


GDA febbraio 2020

Vernissage febbraio 2020

Il Giornale delle Mostre online febbraio 2020

Vedere a ...
Vedere a Bologna 2020

Società Editrice Umberto Allemandi s.r.l.
Piazza Emanuele Filiberto, 13/15 10122 Torino
Tel 011.819.9111 - P.IVA 04272580012