Bentornati nella Gran sala di Palazzo Ducale

Conclusi i restauri del Salone d’onore con il gigantesco soffitto dipinto alla fine del XVII secolo

Il soffitto del Salone d’onore di Palazzo Ducale a Modena
Stefano Luppi |  | Modena

Riapre questo mese dopo oltre sette anni di chiusura e un restauro avviato in primavera, l’ampio Salone d’onore di Palazzo Ducale di Modena, dall’Unità d’Italia sede dell’Accademia Militare. Il soffitto di questo enorme spazio quadrangolare venne dipinto nel 1696 dal bolognese Marcantonio Franceschini (1648-1729), coadiuvato dal collega ravennate Luigi Quaini (1643-1717) e dal quadraturista di origine svizzera e nascita bolognese Enrico Haffner (1640-1702). L’opera, 440 metri quadrati di pittura, raffigura Giove che incorona Bradamante alla presenza degli dèi dell’Olimpo e allude alle nozze, nel 1695, tra l’ex cardinale Rinaldo d’Este e Carlotta Felicita Brunswick-Luneburg.

Il ruolo centrale nel palazzo di corte di questo spazio, in vari documenti definito anche come «Gran sala», viene confermato anche nei secoli successivi attraverso alcuni episodi come quello, avvenuto del 1773, della
...
(l'articolo integrale è disponibile nell'edizione su carta)

© Riproduzione riservata
Altri articoli di Stefano Luppi
Altri articoli in RESTAURO