Antropomusei

Antonio Aimi |  | Parigi

Solo pochi riescono a comunicare con efficacia

Si fa presto a dire museo, ma un conto è se un museo presenta opere di grande impatto, capaci di musealizzare anche i contenitori meno adatti, un conto se presenta temi del tutto immateriali come i sentimenti, le idee, un processo storico, una disciplina scientifica. Certo c’è sempre la possibilità di esporre gli oggetti che col tema del museo stanno in un rapporto vagamente di metonimia. Il problema è che, anche ricorrendo a questa soluzione, spesso gli oggetti da esporre sono di modestissimo appeal se non tutti uguali (in gran parte).

Questa questione da sempre affligge i musei di antropologia, che vogliono (e devono) mostrare le caratteristiche socio-biologiche della nostra specie. Il tutto è poi aggravato dal fatto che la disciplina, appunto l’antropologia, che tratta queste tematiche è totalmente sconosciuta ai visitatori ed è in rapida evoluzione. Di
...
(l'articolo integrale è disponibile nell'edizione su carta)

© Riproduzione riservata
Altri articoli di Antonio Aimi