Alta moda in alta quota

Da Dior e Nina Ricci per Air France a Laurence Xu per Hainan Airlines, da Mondrian e Bilotta per Alitalia a Louboutin per Qantas, gli stilisti firmano le divise di hostess e steward. Le colleziona uno di loro, Cliff Muskiet

Luana De Micco |  | Rotterdam

Dalle cabine degli aerei alle sale dei musei. Le uniformi delle hostess delle compagnie aeree sono esposte alla Kunsthal di Rotterdam come fossero abiti di alta moda e la mostra «Cabin crew. Fashion in the air», aperta dal 23 settembre al 4 febbraio 2018, si visita come quella di una grande griffe. E perché no? Torniamo indietro solo di un paio di mesi. Luglio 2017. Non è forse sulle passerelle della fashion week parigina che la Hainan Airlines, una delle maggiori compagnie cinesi, ha presentato le sue nuove divise per hostess e steward? Abiti che portano la firma dello stilista cinese, attivo a Parigi, Laurence Xu, e che in materia di eleganza non hanno nulla da invidiare ai modelli della haute couture. In questo caso la divisa delle hostess è ispirata al cheongsam, l’abito tradizionale cinese delle grandi occasioni; per gli steward, giacca a collo mao e ampi, morbidi, cappotti grigio perla. Un
...
(l'articolo integrale è disponibile nell'edizione su carta)

© Riproduzione riservata
Altri articoli di Luana De Micco