A Citera fioriscono narcisi

Franco Fanelli |  | Torino

C’è chi lo ha apprezzato e chi ne è stato irritato: in ogni caso, il titolo in prima pagina con cui lo scorso numero di «Il Giornale dell’Arte» ha aperto il nuovo anno ha fatto discutere, come sempre avviene quando si tocca un tema nevralgico

«Artisti dove siete?» era una provocatoria domanda estensibile a più argomenti, tra i quali, tipicamente italiano, quello legato alla loro latitanza rispetto al dibattito politico, storico e sociale del presente.

In questo numero di «Vernissage», un articolo di Roxana Azimi e Harry Bellet affronta l’argomento su scala internazionale, distinguendo, sul tema dell’«engagement», tra artisti che «fanno politica» attiva, cioè partecipando a marce o a petizioni di protesta, e quelli che di politica trattano nelle loro opere.

C’è chi, come Ai Weiwei, mescola i due aspetti, ma anche un contemplativo puro come Anish Kapoor si è distinto in più occasioni come attivista, ad
...
(l'articolo integrale è disponibile nell'edizione su carta)

© Riproduzione riservata
Altri articoli di Franco Fanelli