Image

La Haus am Horn a Weimar

Image

La Haus am Horn a Weimar

Bauhaus: ritorno a Weimar

Riapre al pubblico la Haus am Horn, casa prototipo di Georg Muche

Image

Catherine Hickley

Leggi i suoi articoli

La città tedesca di Weimer è Patrimonio dell’Umanità Unesco per il suo passato classico, rappresentato da edifici come la casa di Goethe. Ora il suo ruolo, spesso sottovalutato, nel XX secolo come città natale del Bauhaus e della Repubblica di Weimar, è protagonista di una serie di nuovi musei.

Apre il 6 aprile il Bauhaus Museum, per celebrare il centenario della scuola fondata da Walter Gropius proprio a Weimar nel 1919. Ospiterà 13mila pezzi, compresi mobili di Mies van der Rohe e Marcel Breuer.

La Haus am Horn, casa prototipo di Georg Muche realizzata per la prima mostra del Bauhaus nel 1923, riaprirà al pubblico il 18 maggio, seguita a fine anno dalla Casa della Repubblica di Weimar. Negli anni della Germania Est il Bauhaus è scomparso dal patrimonio visibile della città. Nel 1995 gli è stato dedicato un museo provvisorio nell’ex Kunsthalle, piccolo e inadeguato.

La Haus am Horn a Weimar

Catherine Hickley, 17 maggio 2019 | © Riproduzione riservata

Altri articoli dell'autore

Dipinti di Courbet, Monet, Toulouse-Lautrec, Van Gogh e Gauguin saranno rimossi dalla Kunsthaus di Zurigo, a cui la fondazione svizzera li aveva prestati a lungo termine

La riduzione, che entrerà in vigore l’anno prossimo, risponde alle richieste da tempo avanzate dai dealer tedeschi

 

 

Migliaia di persone hanno chiesto la cancellazione del Padiglione di Israele, la proposta di una mostra palestinese è stata respinta, mentre il Padiglione dell’Ucraina affronta la guerra in corso e quello di Taiwan la costante pressione militare della Cina

La cancellazione, avvenuta dopo la pubblicazione sui social, da parte di uno dei curatori, di contenuti giudicati antisemiti, mette a rischio «il futuro dell'intera manifestazione»

Bauhaus: ritorno a Weimar | Catherine Hickley

Bauhaus: ritorno a Weimar | Catherine Hickley