Van Hockney

L’artista inglese a confronto con Van Gogh, al Van Gogh Museum

«May Blossom on the Roman Road» (2009) di David Hockney (particolare). © David Hockney. Foto: Richard Schmidt
Bianca Bozzeda |  | Amsterdam

Da domani e sino al 26 maggio il Van Gogh Museum presenta «Hockney-Van Gogh: la gioia della natura». La mostra sottolinea l’influenza del genio visionario postimpressionista, sull’opera dell’ottantaduenne artista inglese David Hockney.

«Hockney è uno dei più grandi artisti del nostro tempo: l’influenza di Van Gogh nelle sue opere è evidente», sostiene Alex Rüger, direttore del museo. Con prestiti provenienti anche dal Centre Pompidou di Parigi, l’esposizione include venti composizioni «al pixel» realizzati da Hockney su iPad, assieme ad alcuni schizzi tratti dai suoi quaderni, nei quali la vicinanza allo stile di Van Gogh risulta più evidente.

Mentre Van Gogh era ipnotizzato dai paesaggi del sud della Francia e della Provenza, Hockney rende omaggio alla campagna dello Yorkshire, sua terra natia, dove è tornato dopo anni vissuti a Los Angeles. L’osservazione del ciclo delle stagioni e
...
(l'articolo integrale è disponibile nell'edizione su carta)

© Riproduzione riservata
Altri articoli di Bianca Bozzeda