Un sorprendente miracolo

Alla Galleria dell'Incisione nudi e paesaggi del fotografo inglese Michael Kenna

Monica Poggi |  | Brescia

Nella tradizionale iconografia giapponese nudo e paesaggio vanno spesso a braccetto. Lo vediamo anche dalla ricorrenza di questi due soggetti nelle delicatissime xilografie di maestri del Settecento come Utamaro, Hiroshige e Hokusai, che in questi ultimi anni sono protagonisti di numerose mostre a loro dedicate in tutt’Europa.

Non stupisce, quindi, che Michael Kenna, fotografo inglese conosciuto principalmente per gli scatti attraverso cui ha immortalato alcuni dei luoghi più poetici del Giappone, da poco più di un decennio stia portando avanti una ricerca sul nudo femminile. Intitolata «Rufu», termine giapponese per indicare proprio questo soggetto, si inserisce naturalmente all’interno della sua poetica, contraddistinta da una netta pulizia formale e da una grande capacità di trasfigurare la realtà ritratta in elemento di contemplazione.

Nelle sue immagini il tempo si azzera e tutto viene ridotto
...
(l'articolo integrale è disponibile nell'edizione su carta)

© Riproduzione riservata
Altri articoli di Monica Poggi
Altri articoli in MOSTRE