Un premio per San Patrignano

Arriva il nuovo capitolo dedicato all’arte italiana under 40: il biennale Premio Artisti Italiani PART, riconoscimento nato per premiare talenti dell’arte contemporanea, italiani o residenti in Italia

Il Parco Sculture del Palazzo dell’Arengo e Palazzo del Podestà © Blomqvist
Stefano Luppi |  | Rimini

Proseguono le attività intorno alla Collezione San Patrignano, raccolta privata della comunità romagnola fondata da Vincenzo Muccioli, collocata dal 2020 per un primo periodo di cinque anni negli spazi comunali di Palazzo dell’Arengo e Palazzo del Podestà. Arriva dal 14 maggio il nuovo capitolo dedicato all’arte italiana under 40: il biennale Premio Artisti Italiani PART, riconoscimento nato per premiare talenti dell’arte contemporanea, italiani o residenti in Italia.

I finalisti scelti per l’assegnazione, il primo ottobre prossimo, sono Benni Bosetto, Costanza Candeloro, Caterina De Nicola, Binta Diaw, Lorenza Longhi, Beatrice Marchi, Diego Marcon, Daniele Milvio, Margherita Raso, Andrea Romano, Giangiacomo Rossetti, Davide Stucchi, scelti da Edoardo Bonaspetti, Lucrezia Calabrò Visconti e Francesco Garutti, e le opere opere saranno visibili in una mostra che proseguirà fino al 2 ottobre. Al termine ci sarà appunto il voto degli esperti e del pubblico con premi in denaro per le opere migliori (10mila, 6mila e 4mila per i primi classificati) che entreranno nella collezione di San Patrignano.

Qui sono annoverate tra le presenze Vanessa Beecroft, Pier Paolo Calzolari, Jake & Dinos Chapman, Sandro Chia, Roberto Coda Zabetta, Nathalie Djurberg & Hans Berg, Shilpa Gupta, Damien Hirst, Carsten Höller, Paul McCarthy, Michelangelo Pistoletto, Mario Schifano, Julian Schnabel, Xiaongang Zhang. L’iniziativa nasce da un’idea di Patrizia Sandretto Re Rebaudengo e Giuseppe Iannaccone.

© Riproduzione riservata
Calendario Mostre
Altri articoli di Stefano Luppi