Trieste, fino al 26 novembre Robert Capa «italiano» e multimediale

Robert Capa, Anziana donna tra le rovine di Agrigento, 17-18 luglio 1943. © International Center of Photography/Magnum – Collection of the Hungarian National Museum
Mariella Rossi |

Trieste. Nell'annunciare un mostra in inverno di fotografi triestini contemporanei e per il prossimo anno, da aprile a fine agosto, una rassegna dedicata ai «transatlantici del cielo», Claudio de Polo, il presidente della Fratelli Alinari Fondazione per la Storia della Fotografia, ha anche precisato la nuova data di chiusura, il 26 novembre, della mostra «Robert Capa in Italia» all’Alinari Image Museum (AIM) di Trieste, estesa con la volontà di permettere ai più giovani di fruire di quello che definisce come «il primo progetto di multimedializzazione delle opere di Capa».

L’esposizione triestina è l’ultima tappa di una serie di presentazioni su scala nazionale dalle quali tuttavia si distingue per il fatto che accanto a 35 foto originali sono mostrate cento opere in versione digitale e sono stati sviluppati appositamente estesi contenuti multimediali, capaci di amplificare il racconto per
...
(l'articolo integrale è disponibile nell'edizione su carta)

© Riproduzione riservata Robert Capa, In coda per l’acqua in una via di Napoli, ottobre 1943. © International Center of Photography/Magnum – Collection of the Hungarian National Museum Robert Capa, Benvenuto alle truppe americane a Monreale, 23 luglio 1943. © International Center of Photography/Magnum – Collection of the Hungarian National Museum
Altri articoli di Mariella Rossi