Settembrearte: 13 porta fortuna

A Torino tredici gallerie dell'associazione TAG aprono insieme la stagione anche di sera

«Rocks To The Highest Mango» di Bony Ramírez (Luce Gallery)
Carlotta de Volpi |  | Torino

Le gallerie d’arte contemporanea dell’associazione TAG-Torino Art Galleries danno il via a un’apertura coordinata di mostre martedì 14 settembre. Dalle 15 alle 22.30 i tredici spazi d’arte accoglieranno i visitatori, proponendo undici nuove mostre e prorogandone due in corso.

Nella prima personale di Paolo Mussat Sartor presso Photo & Contemporary emerge il tema del viaggio, inteso come nomadismo interiore, ma anche come esplorazione attraverso la fotografia, metafora di un percorso alla ricerca di una bellezza celata. Febo&Dafne presenta invece il secondo capitolo della mostra «Naturalismi», progetto espositivo nato nel 2018 da un’idea dell’artista Alberto de Braud, con lo scopo di confrontare idee e sensibilità su un tema universale quanto attuale.

Da Gagliardi e Domke si propone «Stati della materia», collettiva con Daniele D’Acquisto, Piero Fogliati, Francesco Fossati, Vittorio Messina, Natalino Tondo e Fabio Viale, a cura di Lorenzo Madaro (fino al 12 ottobre). La prima esposizione in Italia di Ima Montoya è da Raffaella De Chirico Arte Contemporanea e presenta un corpus di tele nato durante il confinamento nel suo studio londinese (fino al 9 ottobre).

Di tutt’altro genere è la mostra da Riccardo Costantini Contemporary, dedicata ad Andrea Bouquet, che realizza le sue opere mescolando ebanisteria tradizionale con linee di gusto contemporaneo (fino al 16 ottobre). Weber & Weber ospita fino al 30 ottobre un nuovo nucleo di opere di Trudi van der Elsen, che esplora la sovrapposizione di esperienze reali e virtuali tramite la stesura di molteplici strati di colori e segni, applicati progressivamente sulla tela.

In mostra da Norma Mangione, fino al 30 ottobre, «Cieli di intensa, incontaminata bellezza» personale di Isabell Heimerdinger, artista tedesca con opera con film, fotografie e installazioni, mentre Franco Noero fino al 23 ottobre ospita la quinta mostra di Gabriel Kuri a Torino, in cui allestisce una selezione di opere a parete e sculture, dedica esplicita a Lucio Fontana.

Da Tucci Russo Chambres D’Art opere su carta di Airò, Anselmo, Calzolari, Cragg, Löhr, Merz, Paolini, Pirri, Rhode, Shawcross, Zorio (fino al 30 ottobre). In Arco propone invece un confronto fra Carla Accardi, Mimmo Rotella e Giulio Turcato, giocando sulle differenze stilistiche fra i tre (fino al 31 dicembre).

E, ancora, in mostra presso Luce Gallery «Everyday secrets», una riflessione sul legame, o sulla distanza, tra il mondo interiore e quello esteriore a cura dell’artista Mosie Romney, con lavori di Chris Lloyd, Collins Obijiaku, Bony Ramírez, Curtis Talwst Santiago e Sydney Elexis Vernon (fino al 25 settembre).

Infine, è stata prorogata fino al 14 ottobre «Not So Long As The Night» personale dell’artista e produttrice cinematografica palestinese Emily Jacir da Peola Simondi, e fino al 25 settembre Giorgio Persano continua a ospitare «On Goya» di Julião Sarmento, una serie di lavori ispirati all’opera del maestro spagnolo.

© Riproduzione riservata
Altri articoli di Carlotta de Volpi
Altri articoli in GALLERIE