Roma, restaurata la Sala delle fatiche di Ercole a Palazzo Venezia

Ercole e Anteo
Stefano Luppi |

Roma. Martedì 23 maggio a Palazzo Venezia, il Polo Museale del Lazio e la Fondazione Silvano Toti presenteranno il completamento del restauro del soffitto e del fregio a fresco della Sala delle Fatiche di Ercole, che dal 28 maggio rientrerà nel normale percorso di visita del Museo.
Del rinascimentale Palazzo Venezia, dal 1916 di proprietà statale e sede durante il fascismo del governo Mussolini, la Sala di Ercole posta al piano nobile è una delle più rappresentative. Posta all’estremità dell’appartamento di Pietro Barbo, il cardinale veneziano  fondatore dell'edificio e futuro papa Paolo II (1464-1471), era destinata alla custodia dei paramenti sacri del Pontefice e perciò detta anche Sala dei Paramenti. Il nome odierno della sala si deve al fregio a fresco che decora la parte alta delle pareti e che appunto illustra, intervallate da quattro fontane con amorini, in otto riquadri, alcune delle
...
(l'articolo integrale è disponibile nell'edizione su carta)

© Riproduzione riservata La Sala delle fatiche di Ercole a Palazzo Venezia Ercole e Gerione Ercole e Nesso
Altri articoli di Stefano Luppi