Risplende il verde di Hans Baldung Grien

Spettacolare mostra sul più grande esponente, insieme ad Albrecht Dürer e Lucas Cranach, del Rinascimento in Germania

Francesca Petretto |  | Karlsruhe

Sessant’anni dopo la prima retrospettiva del 1959, nella stessa cornice di allora, la Staatliche Kunsthalle dedica al grande Hans Baldung (1484/85-1545) ancora una volta una spettacolare mostra: «Hans Baldung Grien: sacro | profano», dal 30 novembre all’8 marzo, con 200 opere di alta caratura, prestiti da Londra, Madrid, Vienna, Praga, Basilea, Copenaghen, Parigi, Varsavia, Firenze e New York.

Chi era costui? Gli amanti di Dürer lo conoscono bene: Hans ne fu allievo a Norimberga, dove tutti lo chiamavano Grien (dal tedesco: Grüne, «il verde»), per via del colore dei suoi abiti e delle nuance dominanti nelle sue tele. Insieme al maestro Albrecht e a Lucas Cranach è il più grande esponente del Rinascimento in Germania, eccezionale pittore, incisore e disegnatore che si contraddistinse da subito per uno stile tutto personale, oltre i goticismi e gli influssi della pittura coeva italiana,
...
(l'articolo integrale è disponibile nell'edizione su carta)

© Riproduzione riservata
Altri articoli di Francesca Petretto
Altri articoli in MOSTRE