Ponti tra arte e architettura al MaXXI

L’universo inventivo del progettista milanese a 40 anni dalla morte

La Concattedrale di Taranto
Guglielmo Gigliotti |  | Roma

MaXXI Architettura dedica a Gio Ponti una grande retrospettiva nel quarantennale della morte dell’architetto e designer milanese, nato nel 1891 e morto nel 1979. Curata da Maristella Casciaro e Fulvio Irace, con Margherita Guccione, direttrice del museo, Salvatore Licitra e Francesca Zanella, «Amare l’architettura», questo il titolo della mostra aperta dal 27 novembre al 13 aprile, articolerà in sezioni dedicate l’intero universo inventivo del fondatore e direttore delle riviste «Domus» (1928-79) e «Stile» (1941-48), nonché docente dal 1936 al 1961 alla Facoltà di Architettura del Politecnico di Milano.

Oggetti di design, modelli, plastici, grafici, fotografie, materiali archivistici, riviste, libri, provenienti dal Csac-Centro studi e archivio della comunicazione dell’Università di Parma e dai Gio Ponti Archives, ricostruiscono così la complessità di un intellettuale che affrontò e
...
(l'articolo integrale è disponibile nell'edizione su carta)

© Riproduzione riservata
Altri articoli di Guglielmo Gigliotti
Altri articoli in MOSTRE