Palermo un po’ tedesca

Giusi Diana |  | Palermo

Nato tre anni fa con lo scopo di gettare un ponte artistico tra una città tedesca e una siciliana, il Verein Düsseldorf Palermo e V. ha ora una sua sede nel capoluogo siciliano, all’interno di uno dei capannoni dei Cantieri Culturali alla Zisa, il complesso di archeologia industriale che già ospita spazi espositivi comunali dedicati all’arte contemporanea come Zac, ma anche l’Accademia di Belle Arti, il Centro Sperimentale di Cinematografia, il Goethe Institut e il Centre Culturel Francais.

Una cittadella della cultura che da oggi ha anche la sua «Haus der Kunst» sul modello tedesco, come è stato ribattezzato lo spazio dagli ideatori Michael Kortlander e Alessandro Pinto, e che ospiterà le attività del Verein, tra mostre, residenze, workshop e concerti.

La prima mostra a sancire la collaborazione fu «Die Grosse 2012» al Kunstmuseum di Dusseldorf in cui Kortlander invitò per la prima volta dieci artisti
...
(l'articolo integrale è disponibile nell'edizione su carta)

© Riproduzione riservata
Altri articoli di Giusi Diana