Paesaggio: il Piemonte raggiunge Toscana e Puglia

Stefano Miliani |  | Torino

Le colline a vigneto delle Langhe, del Roero e del Monferrato; i magnifici panorami alpini; 200 laghi; 12 «tenimenti», ovvero i latifondi istituiti nel Medioevo dall’Ordine Mauriziano. Sono alcuni dei paesaggi e luoghi individuati come elementi dell’identità del Piemonte nel Piano paesaggistico regionale che il presidente della Regione Sergio Chiamparino ha firmato a Roma con il ministro Dario Franceschini il 14 marzo scorso, in occasione della prima Giornata nazionale del Paesaggio destinata a diventare un appuntamento annuale.

Anche il Piemonte ha il suo piano frutto di una lunga condivisione con il Ministero. Lo prescrive il Codice dei Beni culturali eppure, dal 2008, solo altre due Regioni lo hanno adottato: la Puglia e la Toscana (cfr. n. 353, mag. ’15, p. 5). Dal Mibact stimano che, in un anno, anche Friuli Venezia Giulia, Lazio e Umbria potrebbero approdare alla firma, eppure il ritardo è
...
(l'articolo integrale è disponibile nell'edizione su carta)

© Riproduzione riservata
Altri articoli di Stefano Miliani