Il Giornale dell\ ilgiornaledellarte.comwww.allemandi.com

Mostre

Nature morte da connoisseur: la collezione Poletti

A Palazzo Reale le nature morte dei Sei e Settecento dello storico dell'arte e antiquario

«Natura morta di uva, vaso di fiori e fichi» di anonimo caravaggesco

Milano. In contemporanea con la mostra «Il meraviglioso mondo della natura», Palazzo Reale rende ancora omaggio al mondo naturale esponendo, per la prima volta nella sua interezza, la collezione di nature morte dei Sei e Settecento formata da Geo Poletti, storico dell’arte, connoisseur, antiquario e pittore egli stesso.

Dall’1 al 24 marzo nella piccola mostra «Le nature morte di Geo Poletti. Una collezione milanese», allestita a cura di Paolo Biscottini e Annalisa Zanni nell’Appartamento dei Principi, sfilano oltre 30 dipinti di altissima qualità, opera di Bernardo Strozzi, del «Pitocchetto», di Evaristo Baschenis, Hendrick ter Bruggen, Paolo Porpora e di altri artisti, scelti per la sua casa da questo esponente della più colta borghesia milanese del dopoguerra, che seppe formare una vasta collezione di arte moderna, ma predilesse sempre (anche da studioso) il tema della natura morta del Sei e Settecento.

A lui si rivolgevano Roberto Longhi, che lo consultava di frequente e Gian Alberto Dell’Acqua, che gli mandava i suoi studenti; Giovanni Testori, che con lui amava conversare per ore, e Alberto Arbasino, che lo definì «il miglior conoscitore milanese della pittura italiana del Seicento».

Ada Masoero, da Il Giornale dell'Arte numero 395, marzo 2019


Ricerca


GDA marzo 2019

Vernissage marzo 2019

Il Giornale delle Mostre online

Società Editrice Umberto Allemandi s.r.l.
Piazza Emanuele Filiberto, 13/15 10122 Torino
Tel 011.819.9111 - P.IVA 04272580012