La Cappella Sistina in 270mila scatti

Un particolare del Cristo Giudice e santi
Arianna Antoniutti |

Città del Vaticano. Dal luglio 2012, per quasi cinque anni, l’intera Cappella Sistina, affreschi quattrocenteschi, Volta, Giudizio Universale, è stata fotografata con tecnologie innovative che hanno consentito la realizzazione di 270mila scatti dalla veridicità cromatica al 99,9%. Carlo Vannini e Ghigo Roli, su incarico della casa editrice emiliana  Scripta Manenat, hanno fotografato, con macchine reflex dotate di speciali teleobiettivi, la superficie della Cappella Magna nella sua interezza, non trascurando neppure il pavimento cosmatesco. I singoli scatti ravvicinati sono stati poi ricomposti con un software di stitching (cucitura), e infine stampati in esacromia, su tre volumi, dal formato di 43,5 x 61 cm, con oltre 220 dettagli in scala 1:1. Pubblicata dai Musei Vaticani e Scripta Maneant in una tiratura limitata a 1.999 esemplari (prezzo di vendita: 12mila euro), l'opera è stata illustrata alla
...
(l'articolo integrale è disponibile nell'edizione su carta)

© Riproduzione riservata Il backstage del servizio
Altri articoli di Arianna Antoniutti