Itinerante, diagonale e alternativa

Jenny Dogliani |  | Torino

Eclettica artista torinese scomparsa ultranovantenne nel settembre 2015, vincitrice del Leone d’Oro alla carriera alla 50ma Biennale di Venezia (2003), Carol Rama ha la sua prima grande retrospettiva internazionale, con circa duecento opere realizzate dal 1936 al 2005. Organizzata da Macba di Barcellona, Musée d’Art Moderne de la Ville de Paris, Espoo Museum of Modern Art, Irish Museum of Modern Art di Dublino e Gam di Torino, la mostra itinerante è giunta all’ultima tappa nel museo torinese fino al 5 febbraio

Degli anni Trenta e Quaranta figurano gli acquerelli delle serie «Appassionata» e «Dorina», una pittura erotica e violenta che negli anni Cinquanta condusse Carol Rama all’adesione al Movimento dell’Arte concreta. Del decennio successivo la stagione dei bricolage con occhi di vetro, denti e artigli animali mescolati a segni e interventi cromatici rabbiosi e vitali. Negli anni Settanta
...
(l'articolo integrale è disponibile nell'edizione su carta)

© Riproduzione riservata
Altri articoli di Jenny Dogliani