In 32 a Stupinigi

Il Salone juvarriano affrescato dai fratelli Valeriani. Fotografia Ernani Orcorte
Barbara Antonetto |

Nichelino (To). «Un atto filantropico, non una sponsorizzazione»: così il presidente della Fondazione Ordine Mauriziano Cristiana Maccagno ha definito l’intervento della Consulta per la valorizzazione dei Beni artistici e culturali di Torino a sostegno del restauro del Salone centrale della Palazzina di caccia di Stupinigi che, con Sant’Antonio di Ranverso, Staffarda e l’Archivio Storico costituisce il patrimonio artistico della Fondazione. Lo stesso presidente della Consulta Maurizio Cibrario ha parlato di responsabilità sociale dei 32 soci che si identificano nella Consulta stessa senza badare al tornaconto d’immagine: «Si sentono partecipi della valorizzazione di beni culturali torinesi per coscienza civica e orgoglio di appartenenza alla città». E che Stupinigi sia un vanto per Torino è innegabile, date l’originalità dell’architettura e la ricchezza di decori e arredi frutto della
...
(l'articolo integrale è disponibile nell'edizione su carta)

© Riproduzione riservata
Altri articoli di Barbara Antonetto