Il Giornale dell\ ilgiornaledellarte.comwww.allemandi.com

Archeologia

Il sentiero di Goethe a Taormina

Aperto un suggestivo percorso pedonale per ascendere al teatro passeggiando tra la macchia mediterranea e gli ulivi secolari

L'Isola Bella prospiciente Taormina vista da Villa Caronia

Giardini Naxos e Taormina (Me). Con un diametro della cavea di 109 metri il Teatro antico di Taormina (III secolo a.C.) è dopo quello di Siracusa il più grande della Sicilia, e dal punto di vista paesaggistico anche il più suggestivo per l’incredibile posizione dominante e una vista sulla baia di Naxos e il Monte Etna. È inoltre un teatro ancora in funzione (come quello di Siracusa), che ospita spettacoli ed eventi.

Una delle novità più recenti è l’introduzione di un percorso pedonale chiamato «Il sentiero di Goethe» che consente di ascendere al teatro dalla parte più bassa di Taormina, passeggiando tra la macchia mediterranea e gli ulivi secolari. È stato infatti aperto al pubblico il secondo ingresso, quello a valle dell’abitato, vicino alla villa comunale.

Un restyling ha poi riguardato tutta la segnaletica con indicazioni bilingui. Il teatro è uno dei numerosi siti di competenza del Parco archeologico Naxos Taormina che dal 2013 gestisce anche il museo di Naxos a Giardini Naxos, Villa Caronia, e di recente, Palazzo Ciampoli a Taormina, la riserva naturale di Isola Bella e le aree archeologiche di Taormina e Francavilla.

Una novità di rilievo come ci racconta la direttrice Vera Greco (a cui è intanto subentrata Gabriella Tigano) riguarda il vecchio museo archeologico di Naxos: «Stiamo attualmente lavorando a uno studio di fattibilità per il progetto museologico e museografico del Castello di Schisò, che è stato acquistato dalla Regione a ottobre del 2018 (per 3,4 milioni di euro, Ndr), procederemo dando un incarico di progettazione esecutiva; nel Castello, una volta terminati i lavori di adeguamento museale, verranno trasferite le collezioni del vecchio museo archeologico, che una volta ristrutturato ospiterà gli uffici, attualmente dislocati in più sedi».

Il Parco nel 2018 è risultato il più visitato dell’isola con quasi 1 milione di visitatori (993.668) e incassi complessivi di 7.151.443 euro.

Giusi Diana, da Il Giornale dell'Arte numero 399, agosto 2019


Ricerca


GDA settembre 2019

Vernissage settembre 2019

Il Giornale delle Mostre online settembre 2019

Ministero settembre 2019

Guida alla Biennale di Firenze settembre 2019

Guida alla Biennale di Venezia maggio 2019

Vedere a ...
Vedere a Firenze 2019

Vedere nelle Marche 2019

Vedere in Puglia e Basilicata 2019

Società Editrice Umberto Allemandi s.r.l.
Piazza Emanuele Filiberto, 13/15 10122 Torino
Tel 011.819.9111 - P.IVA 04272580012