Il padre degli egittologi egiziani

Il 16 novembre scorso è scomparso Abdel-Halim Nureddin, da molti colleghi considerato il «padre degli egittologi egiziani»

Francesco Tiradritti |  | Il Cairo

Nato nel 1943 a Al-Ramlah, villaggio del Delta, aveva studiato al Cairo per poi ottenere il dottorato in Egittologia presso l’Università di Leida, nei Paesi Bassi. Era quindi entrato a insegnare all’Università del Cairo. Nel 1993 era stato nominato direttore generale dell’Organizzazione delle Antichità Egiziane.

Nei tre anni del suo mandato chiamò a lavorare molti giovani e riuscì a trasformare l’organismo in un’istituzione (a cui diede il nome di Consiglio Superiore delle Antichità) dinamica, al passo con i tempi e in grado di rispondere all’aumento vertiginoso del turismo di quegli anni. Abdel-Halim Nureddin tornò poi all’Università del Cairo dove occupò la carica di preside della Facoltà di Archeologia fino al pensionamento.

© Riproduzione riservata
Altri articoli di Francesco Tiradritti