Il colore va in Lamborghini

Alfonso Borghi
Stefano Luppi |

Sant’Agata Bolognese (Bo). Un mix tra l’arte visiva e quella automobilistica ha portato a «Velocità e Colore», mostra che, fino al 30 giugno, vede protagonista il pittore reggiano Alfonso Borghi (Campegine, 1944) in una rassegna nel tempio della velocità, il luogo dove nascono i superbolidi Lamborghini. Ad aprire la mostra presso il museo storico di Automobili Lamborghini, in occasione dei 50 anni dalla costruzione della storica auto Miura (il nome celebra Edoardo Miura, amico del fondatore Ferruccio Lamborghini e noto allevatore di tori), sono stati Stefano Domenicali, ex Ferrari e oggi ceo di Automobili Lamborghini e Vittorio Sgarbi, curatore dell’appuntamento.

Caratterizzata da un linguaggio informale e astratto, la pittura di Borghi è il risultato della rielaborazione inconscia delle forme dinamiche, degli stilemi del design e dell’innovazione nei colori, temi che gli organizzatori assegnano
...
(l'articolo integrale è disponibile nell'edizione su carta)

© Riproduzione riservata
Altri articoli di Stefano Luppi