I mille disegni di Goya

Al Museo del Prado le opere su carta del maestro spagnolo

Uno dei disegni dal «Cuaderno italiano» di Goya, raffigurante una «Allegoria della Prudenza»
Roberta Bosco |

Madrid. Due conservatori del Museo del Prado, Manuela Mena, esperta mondiale di Goya, e José Manuel Matilla, a capo del dipartimento di Disegni e Stampe, stanno lavorando da cinque anni al catalogo ragionato dei disegni di Goya, frutto dell’accordo di collaborazione firmato nel 2014 dal museo madrileno e dalla Fundación Botín di Santander.

Il risultato si cristallizza nella pubblicazione del primo dei cinque volumi che riuniranno tutte le opere su carta dell’artista di Fuendetodos e nella mostra «Goya. Disegni. Solo la volontà mi resta (Solo la voluntad me sobra)» che espone dal 20 novembre al 16 febbraio al Prado un centinaio di opere del museo e di altre collezioni internazionali.

In mostra, in ordine cronologico, disegni rappresentativi di tutti gli aspetti della sua produzione, dal «Cuaderno italiano» agli album di Bordeaux, che permettono d’identificare i temi ricorrenti della sua opera e
...
(l'articolo integrale è disponibile nell'edizione su carta)

© Riproduzione riservata
Altri articoli di Roberta Bosco