I francesi finanziano un museo in Palestina

Gareth Harris |  | Ramallah

L’Institut du Monde Arabe (Ima) di Parigi sta attraendo critiche per la sua decisione di cofinanziare un museo d’arte moderna e contemporanea in Cisgiordania. In ottobre, il presidente dell’Ima, Jack Lang, ha firmato un accordo con Elias Sanbar, il delegato palestinese all’Unesco, per il lancio di un museo a Ramallah. Artisti francesi, tra i quali François Boisrond e Gérard Fromanger, hanno donato circa 100 opere per il progetto; Lang dichiara che l’Ima avrebbe in programma di ospitare temporaneamente queste opere durante i lavori di costruzione del museo.
Ma la dichiarazione di Lang al sito web francese Télérama secondo cui questa nuova istituzione «evocherà il Museo della Resistenza di Salvador Allende», aperto a Santiago del Cile nel 2005, ha fatto andare su tutte le furie i dirigenti del Simon Wiesenthal Center di Los Angeles, un’organizzazione dedicata alle ricerche sull’Olocausto.
In una lettera al
...
(l'articolo integrale è disponibile nell'edizione su carta)

© Riproduzione riservata
Altri articoli di Gareth Harris