GDA415 IN EDICOLA
Nuova testata GDA
Nuova testata GDA

Goncharova, amazzone selvaggia

A Palazzo Strozzi un allestimento in collaborazione con la Tate Modern

«Il vuoto» (1913), di Natalia Goncharova. Mosca, Galleria Statale Tretjakov. © Natalia Goncarova, by SIAE 2019

Firenze. Dopo una performer contemporanea, Marina Abramovic, Palazzo Strozzi fa un salto a ritroso, nelle avanguardie storiche, con «Natalia Goncharova. Una vita all’avanguardia» (dal 28 settembre al 12 gennaio) a cura di Ludovica Sebregondi, Fondazione Palazzo Strozzi, Matthew Gale e Natalia Sidlina, curatori della retrospettiva alla Tate Modern dedicata all’artista russa (quindi in collaborazione col museo inglese, ma con alcune specificità rispetto alla mostra londinese).

«È selvaggia e selvatica, scriveva di lei la poetessa Marina Cvetaeva, dalla selvaggia che è in lei viene la gioia, dalla selvatica la timidezza». Nata nel 1881, austera e riservata, moglie di Mikhail Larionov (un sodalizio artistico che prosegue negli anni a Parigi, dove morirà nel 1962) la Goncharova è pittrice spregiudicata (sequestrati nel 1910 alcuni suoi nudi femminili esposti alla mostra «Società ...
...
(l'articolo integrale è disponibile nell'edizione su carta)

Laura Lombardi, da Il Giornale dell'Arte numero 400, settembre 2019

©RIPRODUZIONE RISERVATA
GDA415GDA 415 GDMostre
Società Editrice Umberto Allemandi s.r.l.
Piazza Emanuele Filiberto, 13/15 10122 Torino
Tel 011.819.9111 - P.IVA 04272580012