Il Giornale dell\ ilgiornaledellarte.comwww.allemandi.com

Mostre

Gli Egizi al Museo Civico

L’allestimento a lungo termine della raccolta dell'istituzione modenese

Cono funerario con iscrizioni a nome di Neb-Mehyt, XVIII-XX dinastia (1539-1070 a.C.)

Modena. I Musei civici di Modena, all’interno degli storici spazi archeologici risalenti al tardo XIX secolo, propongono «Storie d’Egitto. La riscoperta della raccolta egizia del Museo Civico», dal 16 febbraio al 7 giugno 2020, l’allestimento a lungo termine della raccolta egizia, mai presentata nella sua interezza e ora frutto di restauri e nuovi studi.

La raccolta è eterogenea a nasce da alcune donazioni da parte di cittadini modenesi, tra cui lo stesso fondatore e primo direttore del Museo Civico Carlo Boni ma anche figure come il marchese Giuseppe Campori, a partire dal 1875. Pochi anni dopo, intorno al 1880, il direttore Boni tratta l’acquisizione di alcuni altri oggetti con un noto mercante e antiquario francese, Charles Le Boeuf e così arrivano a Modena, accanto a materiali etnologici e archeologici ancora presenti, alcuni reperti palesemente falsi.

Tra i donatori di alcuni dei materiali più importanti che saranno esposti c’è l’astronomo Pietro Tacchini che, recatosi in Egitto nel 1882 per osservare un’eclissi di sole, ricevette in dono una testa di mummia e tre piccoli coccodrilli imbalsamati. Proprio questi sono i reperti più importanti tra gli ottanta esposti insieme a un sarcofago antropoide ligneo, alcuni canopi con coperchi rappresentanti i geni tutelari di Epoca Tarda (664-332 a.C.) e un cono funerario, con iscrizioni a nome di Neb-Mehyt, XVIII-XX dinastia (1539-1070 a.C.).

L’intera collezione è stata oggetto nell’ultimo anno di indagini diagnostiche affidate a specialisti di settore, quale fase preliminare agli interventi di pulitura e restauro: la mummia di bambino/a, che sarà restaurata davanti al pubblico, ha richiesto la campagna diagnostica più articolata, con un’indagine tomografica computerizzata, datazione al radiocarbonio C14 di tessuti molli, ossa, bende.

Stefano Luppi, da Il Giornale dell'Arte numero 394, febbraio 2019


Ricerca


GDA luglio/agosto 2019

Vernissage luglio/agosto 2019

Il Giornale delle Mostre online luglio/agosto 2019

Ministero luglio 2019

Guida alla Biennale di Venezia maggio 2019

Vedere a ...
Vedere in Calabria 2019

Vedere nelle Marche 2019

Vedere in Puglia e Basilicata 2019

Vedere in Trentino luglio 2019

Vedere in Friuli giugno 2019

Società Editrice Umberto Allemandi s.r.l.
Piazza Emanuele Filiberto, 13/15 10122 Torino
Tel 011.819.9111 - P.IVA 04272580012