Giovani restauratori non disperate

Giorgio Bonsanti |  | Roma

L’offerta può creare la domanda

Il convegno «I giovani e il restauro. L’arte nel tempo: significato, trasformazione e conservazione» ha avuto luogo al Museo Nazionale Romano di Palazzo Massimo dal 24 al 26 febbraio. Promosso dall’Associazione romana non profit Lumen (a opera di Cinzia Giorgi, Paola Zoroaster e Domenico Valarioti), con la garanzia procurata dall’assistenza di Daphne De Luca, docente all’Università di Urbino, il convegno ha presentato una quarantina di interventi di giovani restauratori e scienziati nella conservazione italiani e quattro stranieri. 

L’intenzione era non soltanto di proporre a dei giovani un’occasione importante di mettersi alla prova illustrando le loro tesi di laurea (come ad esempio in una giornata tenutasi lo scorso 23 novembre al MaXXI di Roma), ma anche di offrire un aiuto concreto, consistente in sei premi in denaro, tre per i restauratori e altrettanti per gli
...
(l'articolo integrale è disponibile nell'edizione su carta)

© Riproduzione riservata
Altri articoli di Giorgio Bonsanti