Fotografie senza confini al Forte di Bard

Le 140 immagini vincitrici di World Press Photo e 10 reportage per National Geographic Magazine di Stefano Unterthiner

John Moore, «Crying Girl on the Border»
Ada Masoero |  | Bard (Ao)

Il Forte di Bard presenta due mostre fotografiche da non perdere: dal 6 dicembre al 6 gennaio, World Press Photo, il più prestigioso premio al mondo di fotogiornalismo (alla 62maedizione), promosso dalla World Press Photo Foundation, che ogni anno premia le immagini che, nel mondo, hanno documentato nel modo più efficace gli avvenimenti dell’anno in corso.

In mostra sfilano le 140 immagini vincitrici (su 78.801, di quasi cinquemila fotografi, da 129 Paesi), suddivise nelle otto categorie Contemporary issues, Environment, General news, Long Term Projects, Spot news, Nature, Portraits, Sport, scelte da una giuria di 17 professionisti presieduta da Whitney C. Johnson, del «National Geographic». Vincitrice assoluta è l’immagine di John Moore «Crying Girl on the Border», che coglie la piccola honduregna Yanela Sánchez piangere disperatamente per essere stata separata dalla mamma nei controlli della
...
(l'articolo integrale è disponibile nell'edizione su carta)

© Riproduzione riservata
Altri articoli di Ada Masoero
Altri articoli in MOSTRE