Follina parcellizzata

Veronica Rodenigo |  | Follina (Tv)

Nell’Abbazia di Santa Maria di Follina (in origine, intorno alla metà XII secolo, benedettina, raggiunse il massimo splendore con i cistercensi nel XIII) si sta procedendo al consolidamento e restauro dell’ala est del chiostro.

Si sono invece conclusi i lavori sulla copertura dell’ala cinquecentesca (una manica che si allunga verso sud) con il mantenimento della capriata originaria e l’evidenza delle relative integrazioni. Il primo piano dell’ala est, che ospitava le celle dei monaci, ma poi era stata lasciata in abbandono per un decennio, presentava forti criticità strutturali derivanti da interventi precedenti. Eliminando le superfetazioni sono emersi lacerti decorativi a fresco.

Il costo complessivo dell’operazione (condotta dall’impresa Lorenzon Costruzioni su progetto di Fabio Nassuato) ammonta a 1,2 milioni di euro di cui 839 finanziati dalla Regione Veneto attraverso il Programma Attuativo
...
(l'articolo integrale è disponibile nell'edizione su carta)

© Riproduzione riservata
Altri articoli di Veronica Rodenigo