Ed Van der Elsken innamorato

Chiara Coronelli |  | Amsterdam

Quando nel 1950 arriva a Parigi, Ed Van der Elsken ha 25 anni. Alle spalle qualche collaborazione con studi fotografici nella sua Amsterdam e un corso di fotografia per corrispondenza, ma soprattutto negli occhi il Naked City di Weegee. È nella capitale francese del dopoguerra che l’obiettivo diventa parte di sé per accompagnarlo nel ritorno ad Amsterdam, poi a Hong Kong e Tokyo e nei molti viaggi tra Stati Uniti, Giappone e Sudafrica, dove lo porteranno i suoi reportage.

Lo Stedelijk Museum dedica un’ampia retrospettiva all’opera fotografica e filmica di un autore considerato il più grande fotografo olandese del Novecento. Intitolata «Ed van der Elsken. Camera in Love» e curata da Hripsimé Visser, la mostra presenta più di 200 immagini a colori e in bianco e nero, oltre a diaproiezioni, frammenti di film, le maquette dei libri con i provini a contatto e gli schizzi che permettono di
...
(l'articolo integrale è disponibile nell'edizione su carta)

© Riproduzione riservata
Altri articoli di Chiara Coronelli