Due musei per celebrare YSL

Luana De Micco |  | Marrakech

I «prototipi» di Yves Saint Laurent esposti come opere d’arte in avenue Marceau, fino al 2002 sede della maison. E nell’amato Marocco un centro culturale con mostre, archivi, atelier di restauro e auditorium

Avenue Marceau 5. L’elegante palazzo che, dal 1974 al 2002, ha ospitato la maison di moda di Yves Saint Laurent, poi diventato la sede della Fondation Pierre Bergé-Yves Saint Laurent, oggi è un museo. Lo stilista, scomparso nel 2008, non ha mai smesso di conservare e catalogare il suo lavoro, sin dalla prima collezione presentata il 29 gennaio 1962, quando il laboratorio si trovava ancora in rue Spontini. Più di 5mila abiti d’alta moda, 15mila accessori, mille fotografie, centinaia di ritagli di giornale, filmati delle sfilate e molto altro, un numero incalcolabile di oggetti: «Quando Yves Saint Laurent ha smesso di lavorare, nel 2002, ha deciso che tutti questi ricordi li avrebbe trasformati in
...
(l'articolo integrale è disponibile nell'edizione su carta)

© Riproduzione riservata
Altri articoli di Luana De Micco