Due anni con Dylan

La doppia anima del premio Nobel nei ritratti di Schatzberg a metà degli anni Sessanta

Fotografia per la copertina del Saturday Evening Post del 1966. Foto credit: Jerry Schatzberg
Walter Guadagnini |

È sufficiente leggere le prime righe del celebre articolo scritto da Al Aronowitz per il «New York Herald Tribune» nel 1965, posto in apertura di volume, per comprendere come questo Dylan/Schatzberg sia qualcosa di diverso dalla semplice raccolta delle foto scattate per lo più nel biennio 1965-1966 dal fotografo al nuovo astro della musica folk-rock americana (Skira, Milano, pgg. 261, € 55,00).

Oltre ovviamente a Dylan, in quelle prime righe sono infatti citati nell’ordine Andy Warhol, Elvis Presley, Brian Jones e Robbie Robertson, vale a dire i protagonisti di una stagione della cultura e del costume che stava vivendo i suoi anni d’oro, ancora ricchissima di quelle energie e di quelle idee che stavano cambiando, per sempre, la società e l’arte dell’Occidente.

Però, è indubbio che il libro sia innanzitutto la celebrazione dell’incontro tra un ancora giovane ma affermato fotografo, Jerry
...
(l'articolo integrale è disponibile nell'edizione su carta)

© Riproduzione riservata Bob Dylan. Foto credit: Jerry Schatzberg
Altri articoli di Walter Guadagnini