Dal rame allo zolfo

Mariella Rossi |  | Caltanissetta

In attesa del nuovo Museo d’Arte Contemporanea annunciato in occasione dell’ampio progetto di riqualificazione (ancora in corso) del centro storico, lo scultore nisseno Michele Tripisciano (Calatanissetta 1860-1913) è il protagonista del panorama museale artistico della città di Caltanissetta. Il cantiere del nuovo museo, che sorgerà negli spazi dell’ex rifugio antiaereo di Salita Matteotti (lungamente abbandonati), si trova a fianco di quello che è considerato il cuore culturale di Caltanissetta, Palazzo Moncada, al cui interno è ospitata la Galleria Civica d’Arte-Museo Tripisciano. 

Gestita dalla Pro Loco, conserva le maggiori opere di questo artista, di cui viene approfonditamente documentata anche la prassi creativa grazie a un ampio archivio. Il percorso permanente include, tra l’altro, studi e bozzetti preparatori del monumento a Gioacchino Belli eretto nell’omonima piazza di Roma nel 1913 e delle
...
(l'articolo integrale è disponibile nell'edizione su carta)

© Riproduzione riservata
Altri articoli di Mariella Rossi