Creature triassiche nel mare di Tetide

Mariella Rossi |  | Ortisei (Bz)

Ad avvicinare la Cina e le Dolomiti è la mostra «Vertebrati marini triassici dalla Cina meridionale», che fino al 27 luglio porta per la prima volta in Italia, nel Museum Gherdëina, una trentina di reperti fossili provenienti dall’Università di Pechino e risalenti a circa 240 milioni di anni fa.

Nel periodo Triassico (che va da 252 a 199 milioni di anni fa), queste due aree geografiche erano entrambe lambite dallo stesso mare, il Tetide. I reperti in mostra rievocano lo scenario preistorico in cui i pendii delle Dolomiti erano un fondale marino che si spingeva sino a Oriente, abitato da quelle creature mai esposte insieme prima d’ora: vertebrati marini triassici e pesci primordiali, lunghi da oltre un metro a meno di tre centimetri, rinvenuti nel corso di scavi iniziati una quindicina di anni fa, successivamente a una campagna analoga condotta in Val Gardena negli anni Sessanta.

Questi ritrovamenti
...
(l'articolo integrale è disponibile nell'edizione su carta)

© Riproduzione riservata
Altri articoli di Mariella Rossi