Compleanno con Monet

Luana De Micco |  | Basilea

La Fondation Beyeler ritorna a Monet. Nel 2002 il museo svizzero aveva già dedicato al maestro dell’Impressionismo un’ampia mostra che studiava i suoi ultimi lavori e le influenze sugli artisti moderni e contemporanei. Per il 20mo anniversario dell’istituzione inaugurata nel 1997, «ci è sembrato naturale tornare a interessarci a questo artista, anche se l’approccio è totalmente diverso», hanno spiegato il curatore Ulf Küster e il direttore Sam Keller. La nuova monografica, allestita dal 22 gennaio al 28 maggio, presenta 50 importanti tele del pittore francese, scomparso a Giverny, in Normandia, nel 1926 a 86 anni. Cinque appartengono alla collezione della Fondation Beyeler, tra cui il grande trittico «Lo stagno delle ninfee» (200,5x301 cm), che Monet dipinse in atelier nel 1917-20 e ricorda gli ampi pannelli delle «Ninfee» che l’artista donò allo Stato francese e sono esposti
...
(l'articolo integrale è disponibile nell'edizione su carta)

© Riproduzione riservata
Altri articoli di Luana De Micco