Come cambia il Prado (200 anni) in 4 anni

Roberta Bosco |  | Madrid

La collezione, le celebrazioni del bicentenario e la riqualificazione architettonica saranno le principali preoccupazioni del Prado nei prossimi 4 anni. Lo ha annunciato il Patronato durante la presentazione del piano quadriennale che guiderà il museo fino al 2020.


Il Prado concentrerà i suoi sforzi in due «progetti straordinari»: gli interventi architettonici al Salón de Reinos che completa il Campus del Prado e la commemorazione del bicentenario della sua apertura nel 2019, che conterà su un finanziamento speciale e sul coinvolgimento della società civile attraverso un programma di mecenatismo incentivato dalle misure fiscali stabilite dalla Legge 48/2015. Il piano prevede acquisizioni, depositi e donazioni, aumentandone la visibilità e incrementando la collaborazione con le istituzioni che possiedono opere utili per completare le raccolte del Prado.


Il nuovo allestimento prevede il recupero
...
(l'articolo integrale è disponibile nell'edizione su carta)

© Riproduzione riservata
Altri articoli di Roberta Bosco