Botti di fine anno

Le aste italiane di arte moderna e contemporanea a dicembre: da de Chirico a Fontana, da Boetti a Santomaso, da Manzoni ad Hartung

Ada Masoero, Olga Scotto di Vettimo |

Appuntamento di fine anno con le aste di arte moderna e contemporanea: il 3 dicembre, al Centro Svizzero di Milano, in via Palestro 2, Pandolfini batte un’asta dominata da Giorgio de Chirico, con «Trofei» (1928) stimato 500-800mila euro. Interessanti le due aeropitture di Giulio D’Anna (35-55mila euro) mentre per il dopoguerra si segnalano una carta con buchi, strappi e penna a sfera del 1949 di Lucio Fontana (14-24mila euro), un grande smalto e acrilico di Mario Schifano, metà anni ’70 (22-28mila euro) e un nucleo di lavori di Roberto Crippa (stime 25-55mila euro). Molte di esse provengono dalla collezione di una storica azienda italiana.

Il 4 dicembre è la volta di Cambi (via San Marco 22), con due tornate di arte moderna e contemporanea (340 lotti) e una di ceramiche di artisti italiani del Novecento. Fra le opere più preziose della prima s’impongono il grande ricamo di Alighiero Boetti «Il
...
(l'articolo integrale è disponibile nell'edizione su carta)

© Riproduzione riservata