Il Giornale dell\ ilgiornaledellarte.comwww.allemandi.com

Gallerie

Art Cologne intramontabile decana

Meno gallerie dell'edizione 2018 ma una maggiore presenza internazionale

La collezionista Julia Stoschek, vincitrice dell’Art Cologne Preis del 2018. © Peter Rigaud Photography GmbH

Colonia (Germania). Nata nel 1967, Art Cologne è la fiera d’arte contemporanea più antica d’Europa. Dopo il declino degli anni ’90-2000 causato dall’ingresso del ciclone Berlino nel mercato d’arte tedesco, è tornata a essere leader del settore grazie a un importante lavoro di svecchiamento e innovazione portato avanti dal suo direttore Daniel Hug, in carica da 10 anni.

L’anno passato ha segnato un grande successo di pubblico e vendite per cui ci si aspetta che questa 53esima edizione, dall’11 al 14 aprile, possa almeno bissarlo anche grazie all’introduzione di alcune interessanti novità. La prima riguarda il numero delle gallerie partecipanti, inferiore rispetto al 2018 (176 espositori contro 210), tuttavia con una maggiore presenza internazionale (95, più della metà) e a vantaggio di maggiore ariosità di spazi espositivi, qualità di opere e autori e nuovi progetti.

Si punta a offrire il miglior ambiente possibile ai veri protagonisti: i visitatori e naturalmente gli artisti, ai quali è dedicato il programma della piattaforma trasversale «Collaborations», la novità più attesa della rassegna, nel segno di un nuovo, moderno mecenatismo di cui la fiera si fa volentieri ambasciatrice. Divisi nei due piani su cui è organizzato lo spazio espositivo, i 14 progetti «Collaborations» di quest’anno sono frutto del partenariato di alcune importanti gallerie della sezione storica «Contemporary» (arte contemporanea) con artisti del momento, in questa edizione soprattutto donne: fra le altre, Julia Scher, Birgit Jürgenssen e Nil Yalter.

Sotto i riflettori è anche il settore «New position» per i programmi di finanziamento (Förderkojen) di giovani artisti, dotati ciascuno di un piccolo personale spazio di raccolta accanto allo stand della propria galleria. Quattro le partecipazioni italiane: Giorgio Persano (Torino), Continua (San Gimignano, Pechino, Les Moulins e L’Avana), Massimo De Carlo (Milano, Londra e Hong Kong) e Lorenzelli (Milano). Nella foto, la collezionista Julia Stoschek, vincitrice dell’Art Cologne Preis del 2018.

Francesca Petretto, da Il Giornale dell'Arte numero 396, aprile 2019


Ricerca


GDA luglio/agosto 2019

Vernissage luglio/agosto 2019

Il Giornale delle Mostre online luglio/agosto 2019

Ministero luglio 2019

Guida alla Biennale di Venezia maggio 2019

Vedere a ...
Vedere in Calabria 2019

Vedere nelle Marche 2019

Vedere in Puglia e Basilicata 2019

Vedere in Trentino luglio 2019

Società Editrice Umberto Allemandi s.r.l.
Piazza Emanuele Filiberto, 13/15 10122 Torino
Tel 011.819.9111 - P.IVA 04272580012