Al Mnac la prima retrospettiva di Oriol Maspons

Il museo ha anche concluso la digitalizzazione dell’archivio del fotografo barcellonese

Roberta Bosco |  | Barcellona

Il Museu Nacional d’Art de Catalunya (Mnac) ha concluso l’inventario e la digitalizzazione dell’archivio del fotografo Oriol Maspons (Barcellona, 1928-2013) e dal 5 luglio al 12 gennaio lo presenterà in una grande mostra, «Oriol Maspons, la fotografía útil», prima retrospettiva dedicata al suo lavoro.

Curata da Cristina Zelich, una delle principali esperte spagnole, illustrerà tutta la carriera dell’autore barcellonese, attraverso più di 40 anni d’intensa attività nel campo del reportage, del ritratto, della moda e della pubblicità.

L’archivio conservato al Mnac riunisce l’opera completa di Maspons, oltre 7mila immagini stampate, realizzate tra gli anni ’50 e la fine degli anni ’80, oltre a centinaia di negativi e materiale di documentazione, come libri, riviste e copertine di dischi. Il minuzioso lavoro del museo diretto da Pepe Serra ha portato alla luce varie fotografie inedite
...
(l'articolo integrale è disponibile nell'edizione su carta)

© Riproduzione riservata
Altri articoli di Roberta Bosco
Altri articoli in MOSTRE